vomitoletterario

creativecommons

<< clicca qui per scoprire quali sono gli usi consentiti

Vomito Letterario by homo vivo giuseppe rago is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.

 

Permissions on the contents of this site are obtainable contacting directly the site owner at " info@vomitoletterario.it "

Pagine

social:

i

www.vomitoletterario.it © All Right Reserved 2005-2022

 

Cookie Policy | Privacy Policy

 


Sito web realizzato da homo vivo giuseppe rago: +39 366 539 9177 - PEC: giusepperago@casellapec.com - Email: beppe212@tutanota.com

exit
creativecommons

Riboia

2021-08-10 23:10

homo vivo giuseppe rago

poesia, Riboia, Villa, Firenze, colline, giardino, arco, orto, disegni, camino,

Riboia

Tramonti si consumanofra gli alberi,in lontananza.

Tramonti si consumano

fra gli alberi,

in lontananza.

 

Bagliori d'alba nel viale

che dà sul cancello:

Due pini secolari sono di guardia,

minacciosa e rassicurante

imponenza della natura.

 

Un vecchio pozzo chiuso da un'asse,

una cantina umida e buia,

file di piante circondano il giardino.

 

Un'entrata,

vecchia porta scrostata.

L'arco, che filtra luce

custodisce panni umidi

e la grossa caldaia affamata.

 

Cespuglio di rose che accoglie

agli albori della primavera,

colorati, vigili occhi

che profumano di dolcezza.

 

Il tavolino di pietra,

come un fungo spunta,

attorniato da simili sgabelli,

preparandosi ai pranzi estivi.

 

Spirale di salvia, rosmarino e lavanda,

opera di mano amorevole,

profuma l'aria e la finestra

che s'affaccia dalla cucina.

 

Orto di pomodori,

cavoli e rape e peperoncini,,

soddisfi l'innato, umano, istinto

d'autonomia e indipendenza.

 

Fra le zucche e gli habanero s'accede

alla vecchia rimessa degli attrezzi,

fronteggiando fragranti cataste

di legna per il camino.

 

L'antico frantoio incanta l'animo,

risvegliando ricordi ancestrali

chè tutto, come allora,

pare vivo ed in movimento.

 

Il magazzino che dà sulla strada

è sazio di vecchi ricordi,

vite di passaggio chissà da quanto

che lasciano impronte ingombranti.

 

E all'interno dell'antica villa

altra vita, altro fermento

di frenesia e d'arte, di gioco,

doveri e debolezze umane.

 

Ivi i colori s'accendono,

il fuoco scoppietta nel camino,

deliri di sere passate

s'incarnano in disegni.

 

Musica frequente

accoglie il viandante,

e il fuoco scoppietta nel camino,

nell'inverno freddo.

 

L'arredo comodo e semplice

rasserena l'anima,

preparandola alla Sua evoluzione.

Il fascino esercitato

da carabattole antiche

rianima il senso di tempi passati.

 

Dal giardino sul retro,

addobbo d'anticaglie,

prepotente ed egocentrica,

splende Firenze, fra le colline.

riboia-1628629617.jpg
Donazioni

Se trai del valore da questa mia opera, considera di effettuare una piccola donazione per un "artista di strada digitale"

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder